Come educare un Golden

LA SICUREZZA PRIMA DI TUTTO

Rendi la tua casa a prova di cucciolo. I cagnolini adorano esplorare con la bocca. Per mantenere cucciolo e casa sicuri, devi prendere alcune precauzioni:

  • Rimuovi oggetti fragili dalla zona in cui terrai il cucciolo e ricopri con del cartone angoli in legno.
  • Solleva dal pavimento o copri tutti i cavi elettrici e chiudi le finestre basse.
  • Colloca i prodotti chimici per la pulizia in un posto sicuro.
  • Impedisci al cucciolo di arrivare al cestino della spazzatura oppure procurati un cestino della spazzatura abbastanza alto, in modo che non entri all’interno, e pesante in modo che non lo rovesci facilmente.
  • Tieni lontano il cucciolo da piante nocive: mughetto, oleandro, azalea, tasso, digitale, rododendro, rabarbaro e trifoglio.
  • Se hai delle scale prendi in considerazione l’uso di un recintino pieghevole per impedirne l’accesso sia in salita e soprattutto in discesa. Finchè il cane non ha raggiunto la coordinazione non è in grado di fare le scale. Potrebbe farsi molto male cadendo dalle scale. Le scale il cane fino a circa 1 anno di età deve farle accompagnato a guinzaglio. Mai da solo.
  • Se hai terrazzo o balcone, valuta di mettere una rete a maglia fitta tra le sbarre del balcone in modo che il cucciolo possa accedervi ma non cadere. I cuccioli sono molto curiosi e finchè non raggiungono l’età della ragione non sono in grado di valutare i rischi legati all’altezza. Stai attento inoltre a non mettere in prossimità della ringhiera delle scatole o qualsiasi oggetto su cui il cucciolo possa salire sbilanciandosi così verso l’esterno del balcone o terrazzo.
  • Utilizzare recinti pieghevoli per delimitare aree della casa in cui lasciare il cucciolo incustodito in totale sicurezza.
  • Non lasciare cuccioli e bambini da soli. Il cucciolo non è un gioco per i bambini così come i bambini non lo sono per i cuccioli. Cuccioli e bambini possono giocare assieme, anzi devono, ma sotto la supervisione costante di un adulto responsabile che protegga entrambe le categorie.

PORTARE IL CUCCIOLO A CASA

DOVE DORMIRE:

  • Per prima cosa occorre scegliere in anticipo dove il cucciolo farà la nanna e dove lo lascerete di giorno mentre siete al lavoro. Considerate che il cucciolo all’arrivo si è appena separato dalla sua famiglia e non è abituato a dormire da solo. Di notte, tienilo in camera da letto. In questo modo potrai sentirlo durante la notte e sapere se ha bisogno di uscire per fare i suoi bisogni. Man mano che cresce, la cuccia o il recinto potrai spostarla di 1 metro alla volta fino a collocarla dove preferisci che dorma, anche in giardino.

DA SOLI:

  • E’ importante abituare GRADUALMENTE il cucciolo alla solitudine già dai primi giorni. Cercare un posto confortevole della casa con spazi non troppo disperivi nel quale si possa sentire protetto quando voi vi assenterete. Aricchite l’ambiente con giochi tipo Kong e qualcosa da masticare in modo che possa trascorrere il tempo piacevolmente e distrarsi. Non lasciate giochi imbottiti; potrebbe strappare e ingoiare il contenuto. Scegliete un posto caldo, non dispersivo e lontano da rumori che possano spaventarlo.

 ACQUISTI:

  • compra due ciotole di acciaio inossidabile, una per il cibo e l’altra per l’acqua. Sono più igieniche rispetto a quelle in plastica perché non si graffiano e non permettono ai batteri di trovare luighi adatti per insediamenti. Se hai altri animali in casa, tieni la rispettiva ciotola di ognuno in due zone distinte per evitare che litighino per contendersi il cibo. Quando devi dare da mangiare, separali affinché non si contendano il cibo e per assicurarti che ognuno abbia il nutrimento di cui ha bisogno.
  • Procuragli una cuccia confortevole non sovradimensionata dove il cucciolo possa sentirsi accolto. Assicurati che sia sempre soffice, comoda e asciutta. Tieni a portata di mano una coperta in caso faccia freddo. Per evitare conflitti con altri animali, ognuno dovrebbe avere la propria cuccia. Evitare cucce in vimini in quanto verso i tre mesi il cucciolo inizia a cambiare i denti e il dolore alle gengive lo porta a masticare legno e altri oggetti simili dove affondare i denti e incentivare la caduta di quelli da latte.
  • Inondalo di giochi di vari materiali (gomma, stoffa, corda, peluches…) perché il cucciolo deve soddisfare la sua voglia di esplorazione. E’ in una fase importante per conoscere il mondo che lo circonda quindi favorisci questa sua esperienza proponendo oggetti adatti d di svariato genere
  • Acquista dei premietti, bocconini morbidi. Tieni un vasetto di premietti in ogni stanza, sopra ad un mobile o ad uno scaffale. Le ricompense sono utili per gratificare il cucciolo quando sta facendo la cosa giusta. Considerate che un cucciolo non conosce nessun comando pertanto quando sono così piccoli è inutile chiedergli qualcosa usando solo la voce. E’ più utile premiarlo ogni volta che si siede da solo per esempio e capirà che ogni volta che si siede riceverà un premio. Una volta che avrà raggiunto i 4 mesi si può iniziare ad inserire il comando vocale mentre sta sedendo o qualche istante dopo. SI DEVE PREMIARE IL CANE SOLO QUANDO LO STATO DEL CANE COINCIDE CON LA PAROLA ASSOCIATA e SE LA POSIZIONE E’ CORRETTA. Non premiate il cane se chiedete il seduto e fa terra perché tanto ha fatto qualcosa lo stesso. Il vostro cane non imparerà altro che confusione così facendo.
  • Procuragli cibo per cuccioli (PUPPY) di buona qualità. I croccantini sono ottime soluzioni per un cane perché il cibo secco svolge anche un’azione di pulizia dentale, ma discutine con il veterinario. Al momento della scelta, chiedi all’allevatore che tipo di cibo sta consumando. Puoi continuare a nutrirlo nello stesso modo non appena lo porti a casa. Se vuoi cambiarli cibo inizia col 20% del suo pasto al giorno e aumenta di un 10% ogni giorno col cibo nuovo rispetto al vecchio. Se cambi cibo tutto in una volta il cane va in diarrea.
  • Acquista gli strumenti di base per la toeletta. Chi possiede un cane dovrebbe avere perlomeno una spazzola, un pettine, shampoo, balsamo, o salviette se pensate di fare la toelettatura fuori casa. Provvedere all’igiene del proprio amico peloso non serve solo a mantenerlo grazioso, ma anche sano e felice.
  • Procuragli una pettorina, un collare liscio (in nylon o di pelle) e una medaglietta metallica. I collari troppo stretti rischiano di danneggiarlo al collo e ferirlo alla gola. Ricorda di aggiustare le dimensioni della pettorina e del collare man mano che cresce. La pettorina sarà utile in auto quando lo porterete al parco. Il cane in auto va assolutamente legato alla cintura di sicurezza attraverso la pettorina (non al collo rischiando urti dovuti a frenate ma alla pettorina). E’ obbligo per legge legarlo e renderà il cane più felice e sicuro anche se inizialmente dovesse lamentarsi.

 L’ARRIVO A CASA:

[FOTO]

  • Fai in modo che si ambienti in casa. Potrebbe impaurirsi la prima volta che lo introduci in un nuovo ambiente, quindi dagli più affetto e attenzione durante i primi giorni. Tenendolo delicatamente al guinzaglio, lascia che esplori diverse zone della casa e del giardino, mentre lo segui. Non c’è bisogno di mostrargli tutto il primo giorno, ma le zone comuni sono un ottimo punto di partenza.
  • Non permettergli di vagare libero da solo perché potrebbe verificarsi qualche incidente.
  • Di notte fallo dormire nella tua camera, in maniera che non si senta solo o abbandonato.
  • Coccolalo spesso. È importante accarezzargli il corpo, le zampe e la testa diverse volte al giorno. Non solo si sentirà amato, ma potrai instaurare un forte legame tra voi. Trattalo con delicatezza. I cuccioli, come i bambini, sono delicati. Accoglilo dolcemente tra le tue braccia, se hai bisogno di prenderlo tieni sempre una mano sotto il suo petto e una sotto la pancia. Non lasciare i cuccioli mai cuccioli e bambini da soli.
  • Scegli un veterinario di fiducia e affidati a lui per qualsiasi problema.

 NUTRIRE IL CUCCIOLO:

Scegli il cibo adatto. Anche se sarai tentato di risparmiare, non sarà la scelta migliore per il tuo cane. Cerca alimenti che contengano proteine di qualità, come pesce, pollo, agnello e uova. Consulta il veterinario sulle varie scelte alimentari. Se hai intenzione di cambiare cibo, fallo gradualmente per ridurre l’eventualità di danneggiare lo stomaco.

  • Nutrilo correttamente. Somministragli piccole quantità di cibo formulato appositamente per i cuccioli diverse volte al giorno. Dagli soltanto le quantità minime suggerite sul sacco. Aumentale solo se il cucciolo sembra troppo magro o se indicato dal veterinario. Il numero dei pasti giornalieri dipende dall’età del cucciolo:
  • Fino ad 1 anno: da 3 a 4 volte al giorno
  • Da 1 anno in poi: 2 volte al giorno
  • Si consiglia l’uso di integratori per cartilagini (CONDROGEN o similari) + vitamina C compresse fino all’anno di età

Evita di nutrirlo dandogli la razione tutta in una volta. Dovrebbe avere un tempo limitato per finire la pappa, pressappoco 20 minuti. Al termine di questo tempo togliere sempre la ciotola anche se non ha finito.

  • Guardalo mentre mangia. Guardare il cucciolo durante la pappa è un ottimo modo per valutare il suo stato di salute. Se tutto a un tratto sembra disinteressato al cibo, tienine conto. Questo comportamento potrebbe dipendere semplicemente dal fatto che preferisce altro, ma anche da problemi di salute. È tuo compito notare qualsiasi mutamento nel suo comportamento. Chiama il veterinario e adotta le misure adeguate per scoprire la causa dei suoi cambiamenti.
  • Non dargli da mangiare i tuoi avanzi. Sarai tentato, ma ricorda che gli alimenti consumati dalle persone possono portare i cani a ingrassare. Oltre a costituire un grave rischio per la salute, concedere gli avanzi dei piatti darà inizio a una delle abitudini più difficili da eliminare: elemosinare il cibo mentre sei a tavola. Affinché si mantenga in salute, somministragli solo il cibo specifico per cani. Ignoralo completamente quando sei seduto a tavola.
  • Proteggilo dai cibi dannosi. L’organismo di un cucciolo di cane è molto diverso dal tuo. Alcuni degli alimenti che sei in grado di digerire sono pericolosamente tossici per lui. Eccone una lista parziale:
  1. Uva
  2. Uvetta
  3. Alcool
  4. Aglio
  5. Cipolle
  6. Avocado
  7. Sale
  8. Cioccolato

– Dagli acqua fresca. A differenza del cibo, dovresti sempre lasciare al tuo amico peloso una ciotola di acqua fresca. Sappi che sentirà il bisogno di urinare non appena avrà bevuto una grande quantità di acqua. Portalo al guinzaglio in giardino o sul terrazzo in modo che non causi incidenti per casa.

LE USCITE E I BISOGNINI:

  • I cuccioli eiettano dopo aver mangiato la pappa o dopo il gioco o un pisolino. Pertanto tenetene conto e organizzate le uscite in passeggiata in funzione di questo. Ovvero dopo avergli dato la pappa mettetegli il guinzaglio e portatelo a sporcare fuori casa, lo stesso se ha fatto un bel pisolino (quando si sveglia avrà la pipì), lo stesso se gioca per due ore nel suo recintino. Quando è cucciolo è importante uscire spesso, anche per poco tempo ma spesso. Portatelo se possibile sull’erba (i cani eiettano più facilmente sull’erba), fermatevi e non muovetevi finchè non ha fatto i bisogni. Dopo aver sporcato, lodatelo tantissimo con la voce, con le carezze o addirittura con un premietto. Fate un giochino o un giretto ancora e tornate in casa. [Da evitare dopo l’eiezione il dietrofront automatico verso casa, anche se può venire spontaneo soprattutto d’inverno perché il cane a cui invece piace stare fuori e non sente il freddo che sentite voi, assocerà che dopo la pipì si torna subito a casa e farà sempre più fatica ad eiettare fuori. Prevenite quindi dei comportamenti controproducenti per voi e per il cane.]

 

  • delle tante uscite che farete (il top sarebbe 1 ogni 2 ore ma ovviamente non è detto che tutti riescano col lavoro) alcune di queste saranno dedicate soltanto ai bisogni altre invece saranno dedicate alle passeggiate, al gioco e alla socializzazione con consimili presso le apposite aree di sgambamento. Dall’8a alla 16a settimana il cucciolo è in una fase molto importante e ha bisogno di vedere più cose possibili. Il mio personale consiglio in questo periodo è di portarlo ovunque. In auto anche mentre portate i bimbi a scuola, in treno, in autobus, allo sgamabmento con cani adulti equilibrati. Questo permetterà al vostro cucciolo di non avere paura da grande di tantissimi rumori e di imparare le regole della società confrontandosi con consimili che in modo equilibrato gli daranno qualche utile lezione di vita e di galateo.

 

  • Se il cucciolo sporca in casa davanti ai vostri occhi potrete sollevarlo mettendo una mano sotto il petto e una sotto la pancia dicendo un secco NO e poi accompagnarlo fuori subito per farli terminare l’eiezione. Non sgridare mai il cane se non viene colto sul fatto per nessun motivo. Non è in grado di associare la sgridata ad una azione fatta molto in anticipo e penserà soltanto che il suo padrone soffre di sbalzi di umore non troppo gentili.

 

  • Se riuscite, quando raccogliete in casa le eiezioni, non fatevi vedere dal cucciolo.

 

consigli specifici per i GOLDEN RETRIEVER

  1. Non strappare mai nulla dalla bocca ad un Golden. Sono molto possessivi e se comprendono che l’oggetto desiderato (es. pallina) gli venga sottratto, tendono la volta successiva ad ingoiarlo. Per togliere oggetti dalla bocca di un golden sarà sufficiente spargere in terra dei bocconcini (o tenerli in mano e porgerglieli) in modo che per mangiare sia costretto ad aprire la bocca e a lasciare l’oggetto. Prendete l’oggetto mentre mangia possibilmente senza farvi vedere. Col tempo potrete associare il comando vocale LASCIA O SPUTA.
  2. I cuccioli in generale, golden senza eccezioni, tendono a salire sulle gambe per salutare. Solo che quando sono piccolini va bene ma quando crescono no perché pesano circa 30-40 kg e potrebbero fare cadere la signora anziana vicina di casa o un bambino amico di vostro figlio con conseguenze imprevedibili. Insegnare al cucciolo a non sollevarsi con le zampe anteriori è impresa ardua ma importantissima: chiedete sempre alla gente di abbassarsi mentre il cucciolo arriva così avrà meno bisogno di alzarsi lui. Se non bastasse per fermare l’iniziativa del cucciolo a sollevarsi con la zampe anteriori, buttare a terra dei croccantini ai piedi della persona da salutare in modo che il cucciolo invece che alzarsi butti giù la testa per mangiare. Chiedere alla persona di accarezzare il cucciolo mentre sta mangiando a terra.
  3. Non urlare contro un golden e non picchiarlo se non ubbidisce. Sono cani molto sensibili e intelligenti e risulterebbe solo controproducente per la relazione cane-padrone.
  4. Usare toni di voce gentili ma determinati.
  5. Non impietositevi troppo quando voi sarete a tavola e il cucciolo cercherà di impietosirvi con sguardi languidi e piroette per avere qualcosa.
  6. Per aiutarlo a fare i denti fornitegli dei legnetti da rosicchiare.
  7. Fategli assaggiare tanti involucri tipo carta, cartone, cartine di vario genere anche alimentari (tipo sacchetto di patatine vuoto) sotto il vostro controllo. Eviterà di ingoiare in passeggiata tutto quello che trova in giro. Se dovesse prendere in bocca qualcosa che non gradite in passeggiata, usate il metodo descritto al punto 1.